giovedì 31 ottobre 2013

Il pensiero è un'energia vivente

« E' molto importante che iniziate a vigilare molto sui vostri pensieri. I pensieri sono delle creazioni mentali continue, vi scappano via e voi non riuscite a frenarli, ad arrestarli ! Quando create un pensiero, avete giusto il tempo di vedere che prende il volo, ma non riuscite a trattenerlo.


E' necessario imparare a padroneggiare il pensiero ; è un'energia vivente che possiede una realtà ! Un pensiero emesso nel punto in cui vi trovate (e da dove ci troviamo noi) può essere percepito – e questo forse vi sorprenderà – all'altro capo del mondo oppure anche oltre i confini del mondo. Tutto ciò che è vibrazione può essere percepito, inteso e ricevuto. Il pensiero crea una vibrazione che trasporta le creazioni mentali molto lontano. Cercate allora di realizzare le più belle creazioni mentali che possano esistere !

Per quanto riguarda la Madre Terra, qualche anno fa vi abbiamo detto che certamente esiste l'inquinamento fisico che è sotto gli occhi di tutti, ma che esiste anche l'inquinamento psichico che voi non vedete e che è creato da tutti i pensieri di sofferenza, di tristezza e di violenza degli esseri umani ; questo tipo di inquinamento a volte sfugge e varca i confini della Terra.

Cosa facciamo allora noi, vostri Fratelli di Luce ? Diventiamo come dei trasformatori di pensieri. Su tutti i pensieri che lasciano il vostro pianeta, inviamo delle energie che li assorbono. Quali potranno mai essere le energie che assorbono, che distruggono e che consumano quei pensieri ? Sono le energie d'Amore !

Molto tempo fa vi abbiamo detto che attorno al vostro pianeta ci sono dei Guardiani che si trovano su quelle che potremmo chiamare delle piattaforme e che vigilano, affinché quello che viene emanato dai pensieri umani non oltrepassi la zona della Terra e ciò che la circonda.

I Guardiani hanno anche un altro compito che è quello di inviare continuamente pensieri di pace e di serenità per riuscire in qualche modo a controbilanciare tutti i pensieri di violenza, di tristezza e di sofferenza. I Guardiani assorbono ciò che supera la sfera della Terra ed inoltre inviano energie di pace, di serenità e d'Amore.

I Guardiani sono esseri immateriali ; non sono esseri galattici, tuttavia fanno parte di una certa categoria di esseri galattici. I loro corpi sono dei corpi di Luce e possiedono un enorme potere. Vivono su diverse piattaforme e attualmente sono molto attivi.

Torniamo al pensiero. Un pensiero inondato d'Amore sta già adempiendo la sua missione. Non avete nemmeno bisogno di ordinargli di andare a compiere questa o quella data missione. Quando un pensiero d'Amore si unisce ad un altro, poi ad un altro e ad un altro ancora, tutti insieme inondano il mondo e lo trasformano.

Ognuno di voi ha la capacità, la possibilità di trasformare il mondo ! Cosa c'è di più forte di un pensiero colmo d'Amore ? Nulla !

Forse non avete pensato che il vostro potere creativo esiste anche a questo livello ? Forse non avete pensato a tutto quello che potete fare per l'umanità ? Forse non avete pensato che anche voi potete inondare continuamente la vita che vi circonda e i diversi regni con questi pensieri d'Amore ?

Capiamo che sulla Terra i problemi esistono, ma invece di pensare sempre alla tristezza e ai vostri problemi dando loro corpo e forza, pensate a quello che c'è di più bello in voi, a quello che c'è di più bello nell'universo, e così creerete in voi e nell'universo quella bellezza, perché i vostri pensieri d'Amore non verranno fermati dai Guardiani ; al contrario, diventeranno sempre più forti perché si uniranno all'Amore dei Guardiani.

Ci sono altri esseri che hanno la missione di pulire ciò che gli uomini emanano anche a livello di inquinamento umano, sia chimico sia radioattivo che di altro tipo.

Spesso avete l'impressione di essere tutti soli sul vostro piccolo mondo, di essere un po' abbandonati dall'universo, ma voi non siete mai soli ! Noi vegliamo, siamo accanto a voi, non ci potete vedere a causa della vostra frequenza vibratoria. Quando vi eleverete di più, ci vedrete ! »

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
che non sia tagliato,
che non subisca nessuna modifica di contenuto,
che fate riferimento al nostro sito http://ducielalaterre.org
che menzionate il nome di Monique Mathieu.
http://voceuniversale.myblog.it/archive/2013/10/31/il-pensiero-e-un-energia-vivente-5746675.html

IL VIDEO E' UNA TERRIBILE GABBIA: RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA TESTA

  • Secondo Karl Popper, non si può distinguere nettamente tra educazione ed informazione, ogni informazione infatti è già scelta di significati e pertanto responsabilità educativa, di cui gli operatori devono essere consapevoli; nella difesa di una pretesa imparzialità dell'informazione non ci si può appellare del resto a valori pretestuosamente liberali, il liberalismo dà anzi grande importanza proprio all'educazione - illustrata dalla psicologia della crescita come esperienza di adattamento - oltre che alla responsabilità, al controllo del potere e al rispetto della libertà del vicino.
  • La scelta di mostrare troppe scene di violenza può avere effetti deleteri e giungere alla distruzione del tessuto civile, a questo proposito Popper ricorda anche la sua esperienza di educatore di bambini vittime di violenze familiari.
  • Ritornando sul problema dell'ideale liberale a proposito del binomio informazione/educazione, lo si definisce secondo i criteri della limitazione dei poteri e del controllo della libertà da parte della legge, alla cui formulazione tutti possono contribuire. Sul modello degli Ordini dei medici, si propone quindi la fondazione di un 'Istituto per la televisione' che promuova corsi di formazione, conferisca licenze, vincoli alla responsabilità professionale anche attraverso interventi disciplinari.
  • Ogni libertà deve essere infatti limitata, tale principio non è affatto in contrasto con il liberalismo, al contrario ne è parte integrante e il criterio della limitazione della libertà di informazione deve valere anche per il teleschermo, affinché questo non diventi in realtà palestra di violenza.
  • Una televisione non regolamentata può correre il rischio di diventare una sorta di 'Grande Fratello' orwelliano, molto più che non una struttura autoregolamentata.
  • Certamente anche il consumatore che ama scene di violenza risulterebbe poi forzatamente limitato, ma una tale privazione di piacere sarebbe motivata dall'esigenza di evitare pericoli ormai riconosciuti come reali perfino dalla casistica criminale.
  • Il caso della televisione è poi assai più urgente che non quello del cinema, anche in considerazione del gran numero di ore che in particolare i più piccoli trascorrono davanti al teleschermo.
  • Nessuno avrebbe immaginato alcuni decenni fa che la televisione sarebbe diventata un fattore preponderante di educazione alla violenza dei bambini, in un crescendo di crudeltà e di orrore, perciò Popper esorta ad intervenire al più presto e suggerisce come correttivo il metodo dell'autocensura.
segue
http://www.kricio.com/spegnere-la-tv.html

mercoledì 30 ottobre 2013

INTELLIGENZA IN RETE CAMPI MORFOGENETICI DOMINI DI VUOTO DNA

CAMPI MORFOGENETICI E DOMINI DI VUOTO DNA
In questo clima radioattivo, dove ad essere chiari sono i danni enormi al DNA delle persone esposte (in primis i Giapponesi), queste notizie sul DNA, anche se non dell'ultima ora, sono affascinanti e incoraggianti; ancora una volta, ce ne fosse bisogno, che le vie "non scientifiche" secondo il concetto occidentale, ma esoteriche e spirituali, la questione l'avevano già capita...

Il DNA, che risiede nel nucleo delle cellule, fu scoperto nel 1869 dal fisico svizzero Friedrich Miescher, in un tempo in cui Karl Freiherr von Reichenbach (Germania) faceva ricerche sull'energia della vita e Claude Bernard (Francia) dava prova del Pleomorfismo (la proprietà di alcuni batteri di modificare la propria morfologia) e confutava il Monomorfismo ipotizzato da Luis Pasteur.
Ma.. fu Pasteur ad essere il favorito delle case farmaceutiche perchè non è possibile produrre farmaci basati sul Pleomorfismo ma è possibile farlo sul monomorfismo.
Il nostro DNA ha la stessa struttura del linguaggio, ci dicono in questa ricerca. Dunque una lingua non è solo suoni o simboli buttati li a caso. (Più chiaro ora capire come mai "l'epoca attuale" ha flagellato e flagella anche il linguaggio? Perchè i gIovani non sono per lo più padroni del linguaggio e della sua espressione articolata?)

L'articolo è suddiviso in due parti per la sua lunghezza.

Cristina Bassi
_________

Scoperte di ricercatori russi sul DNA:
Versione originale
By Grazyna Fosar e Franz Bludorf

martedì 29 ottobre 2013

AGENZIA SPAZIALE EUROPEA (ESA): PHOBOS, LUNA DI MARTE E' ARTIFICIALE E CAVA. MA ALLORA CHI


La prestigiosa Agenzia Spaziale Europea , ESA (European Space Agency) ha dichiarato che Phobos, la misteriosa luna di Marte, è artificiale. Almeno 1/3 di Phobos è cavo e non ha origini naturali, ovvero è di natura aliena.

La ESA è la controparte europea della NASA. Forse che questa rivelazione potrà motivare la NASA a rendere pubblici i segreti che custodisce? Non contateci… perché se Phobos è artificiale, un civiltà aliena deve averla messa lì…

L’ultima ora della propria vita – esercizio di consapevolezza

‘Immagina di aver scoperto, in qualche modo, esattamente quando morirai… Immagina di avere solo pochi minuti, forse un’ora da vivere. Cosa faresti con quest’ora preziosa del tuo soggiorno sulla Terra?
Saresti in grado di completare qualcosa in questa ultima ora, hai un’idea consapevole su come farlo?
Nel lasciar andare il tuo ultimo respiro ti sentiresti pienamente soddisfatto dalla consapevolezza di aver fatto tutto il possibile in questa vita per adempiere alla tua missione ?
Probabilmente saresti costantemente presente, sempre vibrante, in attesa, come il figlio è in attesa del padre marinaio…
Se non sarai soddisfatto dell’ultima ora della tua vita, non lo sarai dell’intera tua vita. Morire significa attraversare qualcosa di irripetibile.
Spendere il tuo prezioso tempo nel nulla significa privarti dell’opportunità di estrarre dalla vita quanto ha di più prezioso.
Attraversare questo mondo con la propria vita, dall’inizio alla fine, rappresenta un’altro aspetto dell’Assoluto.
Tutti i maggiori filosofi si sono accuratamente preparati per l’ultima ora della loro vita.
Nel mondo manifesto tutto ha il suo inizio e la sua fine.
Nel mondo reale tutto è sempre presente e un bel giorno ti sarà permesso di dimenticare tutto e lasciare il mondo “per sempre”.
Ed ora vi darò l’esercizio per prepararvi alla vostra ultima ora sulla Terra. Cercate di non fraintendere nessuna parola dell’esercizio.

Esercizio

lunedì 28 ottobre 2013

Rapiti! Le Conclusioni del Prof. Mack

Il noto psichiatra statunitense, John Mack, professore alla prestigiosa Harvard University, cominciò la sua insolita attività di ricerca quasi per caso, avendo conosciuto uno dei primi ricercatori indipendenti sul fenomeno dei ‘rapimenti alieni’, il pittore, altrettanto noto, Budd Hopkins. John Mack, al seguito di questo incontro, accettò di assistere alcune delle tante persone che ritenevano di aver avuto incontri ravvicinati ed intimi con esseri non terrestri. In principio la sua posizione era dubbiosa, ancorato com’era alle limitate posizioni della medicina ufficiale, ma poi, dopo centinaia di incontri e verifiche, giunse a conclusioni davvero sorprendenti.
Cominciò a notare che i soggetti non erano affetti da nessuna turba comportamentale a seguito di patologie psichiatriche. Tranne rarissime eccezioni, si trattava di persone assolutamente normali e di estrazione assai diversa. Quasi tutti avevano un lavoro, una famiglia ed una vita sociale nella norma. Le età erano le più disparate (dai 6 ai 60 anni) così come i livelli di scolarizzazione e di conoscenza del fenomeno ‘ufo’. La sua ricerca si conclude affermando l’incredibile identità dei racconti, non riconducibili agli schemi tipici dei sogni o delle visioni ma percepiti con un coerente impianto emozionale tipico dell’esperienza reale, fin nella descrizione di dettagli esattamente identici da parte di soggetti quanto più lontani dal punto di vista della loro vita sociale e della loro struttura psichica. L’incipit del suo bel libro ‘Rapiti!’ (edito in Italia dalla Mondadori) afferma che, in definitiva, non si tratta solo di un volume sui rapimenti alieni ma di una riflessione sull’identità. Al termine della sua breve carriera, bruscamente interrotta da un misterioso incidente nella città di Londra in cui perse la vita, lo stesso Mack si accorse di essere interessato al fenomeno personalmente: di essere stato un addotto anche lui! Davvero sembra la trama di una pellicola fanta-noir hollywoodiana. Non si capisce bene se è stata una scoperta fortuita oppure la conseguenza dei tanti transfert vissuti professionalmente in ambiti così peculiari.

I Contatori Elettronici Enel: sono mai stati controllati? Siamo di fronte ad una grandiosa truffa? Ecco l’oscura verità


Il Governo italiano non ha mai stabilito come debbano avvenire i controlli di routine previsti dalla legge sui contatori dell’energia elettrica. Il caos generato da tale mancanza ha finito con l’avvantaggiare solo Enel, ex monopolista, proprietaria delle reti e privatizzata nel 1997. Si apprende dalla stampa di settore che dal 2001 al 2006 il colosso dell’elettricità ha installato 32 milioni di contatori elettronici del valore di poche decine di euro costruiti in Cina e progettati da “Echelone”, società americana partecipata proprio da Enel per circa l’8 per cento del suo valore. L’operazione è stata pubblicizzata come uno straordinario passo avanti nel progresso, in quanto i contatori elettronici avrebbero potuto permettere ai consumatori di conoscere quanto realmente consumavano momento per momento, avrebbero potuto essere letti a distanza e avrebbero reso possibile gestire una tariffa multioraria, cioè che permettesse di scegliere in che fascia oraria consumare energia a seconda del prezzo. Di fatto i cosiddetti contatori “intelligenti” sono apparecchi non omologati scrupolosamente, mai verificati da un ente terzo incaricato dallo Stato. Chi ha controllato fino ad oggi i contatori di Enel e degli altri distributori? L’Associazione ”CODICI” Centro per i Diritti del Cittadino sta preparando una Class Action contro i responsabili.

Fino ad oggi il MISE non ha mai dato seguito a quanto previsto dalla legge, cioè che vengano certificati da un ente terzo, che stabilisca la loro corretta misurazione. Come tutti sanno la telettura in questo Paese è una chimera ed è la principale causa di contenzioso con gli utenti perchè genera conguagli stratosferici e fatturazioni errate.

IL POTERE DI CAMBIARE IL MONDO E' SOLO IN TE


Molti interpretano l’Apocalisse come la fine del mondo, ma in realtà è “rivelare”, la rivelazione di qualcosa che è nascosto. Su scala globale [il che non significa i piu’ , in questo Paese almeno…] è in corso un processo di risveglio. E’ tempo infatti di togliere gli strati di menzogne e raggiungere il cuore delle verità ultime.
Sarebbe molto pretenzioso affermare di conoscere tutte le verità dell’universo…ma così non è. Ogni giorno siamo sempre piu’ piccoli davanti a tutto cio’ che non sappiamo ancora.
Tuttavia diventa sempre piu’ chiaro giorno dopo giorno, quel che NON è vero. E solo con questa semplice “misura”, è possibile determinare se… sei tra coloro che hanno cominciato il risveglio
Qui i 10 segni con cui puoi verificare dove “sei” tu ora….

Alcuni estratti dall'articolo citato:

4. Sai che sei sistematicamente avvelenato, come, da chi e perchè. C’è da ammettere che c’è molto da imparare su come siamo segretamente avvelenati. Ma resta il fatto che lo siamo sistematicamente ed è molto probabile che avvenga per lo scopo deliberato di farci diventare stupidi, con l’obbiettivo finale di eliminare selettivamente la popolazione.

Intelligenza Artificiale, tra emozioni e sentimento

di Fausto Intilla

Nel 1985, nel suo libro “La società della mente”, Marvin Minsky scrisse:“Non dobbiamo chiederci se le macchine intelligenti possano avere delle emozioni, ma se tali macchine possano essere intelligenti senza di esse”. Fino a non molti anni fa, lo studio sull’intelligenza artificiale ignorava l’importanza delle emozioni nello sviluppo delle risposte artificiali in quelle che potremmo tranquillamente chiamare: “macchine semi-pensanti”. Ma in questi ultimi anni però, le cose sono cambiate. Rosalind Picard, direttore del gruppo di “Calcolo Affettivo” (Affecting Computing Research) del MIT, in un’intervista spiegò che il “calcolo affettivo” definisce “il settore che si occupa dei calcolatori che sono in grado di riconoscere, esprimere e generare progressivamente emozioni umane”, aggiungendo inoltre che “esso include l’assegnazione alle macchine di abilità di intelligenza impressionabile”; e non escludendo infine l’ipotesi che un giorno, determinate “risposte oggettive e standardizzate, potrebbero definire dei comportamenti superiori a quelli umani”. Quando un essere umano, è in grado di superare delle prove di intelligenza con eccellenti risultati, ma senza contemporaneamente provare alcuna emozione, emerge una condizione patologica denominata: “sindrome frontale” (a volte chiamata anche "sindrome di Damasio").

Molti occidentali dovrebbero riflettere


Fonte: L’olocausto animale
In alcuni mercati orientali non è inusuale imbattersi in ''prodotti alimentari'' caratteristici del luogo quali possono essere animali considerati da compagnia nei paesi occidentali, tipo gatti e cani, e vere e proprie ''prelibatezze'' in quegli angoli di mondo. Davanti ad immagini come queste, solitamente, emerge la quintessenza perbenista dell'ipocrisia del ''civilissimo occidente'', indignazione e repulsione sono le prime emozioni che emergono nel cuore dell'individuo medio nostrano. Però quando nei nostri ''civilissimi'' supermercati occidentali esponiamo sui banconi delle macellerie brandelli di carne di cuccioli di vitello smembrati, neonati di un'altra specie, interiora di maiali, porchette ed arti di pollame scuoiati, chissà perchè, stranamente, in pochi, veramente pochi, inorridiscono allo stesso modo....fare a pezzi gli animali che divoriamo dalle nostre parti è forse meno barbaro? link

IL REIKI ARMA OCCULTA DEI GESUITI. Dal Libro “Jésuites" del C.R.O.M.


Questo è un capitolo tradotto da “minigob” e corretto da “alonindark” che si trova nel libro in francese disponibile in rete con il titolo Jésuites a cura del “Centro di Studi dell’Ordine Mondiale – Le Centre de Recherches sur l’Ordre Mondial.

Il suo contenuto è discutibile, ma nell’ottica di una società sempre più incline a tutto ciò che arriva da “Oriente”, senza metterlo in discussione soprattutto, quando si veste opportunamente di “amore, luce e guarigione”, vale la pena di prenderlo in considerazione e di valutare i rischi che ci assumiamo, quando ci immettiamo nell’apprendimento o quando i nostri corpi cedono all’applicazione di tecniche la cui vera origine ci è sconosciuta e diamo tutto per buono senza alcuna resistenza. Scopriamo gli intenti dietro questo "metodo" ed il perchè viene chiamata l'energia dei morti.

INDICE:
- Come fu conquistato il Giappone, Il Reiki e il Gesuita
- Una marionetta dei Gesuiti
- La pista gesuita continua
- L' Energia dei Morti e dei Fantasmi
- La deviazione dallo Scintoismo
- Reiki il nuovo battesimo
- Epilogo e il mantra del 15 di Agosto

Samhain... significato misterico e storico della celebrazione che si svolge il 31 ottobre di ogni anno


Collage di Daniela Spurio
“Samhain” era la festa celtica che celebriamo il 31 ottobre. Per i Celti la fine di Ottobre era l’inizio dell’anno nuovo, ed era il momento in cui, per qualche motivo, il confine fra mondo visibile e al di là si faceva labile, tanto che i due si interpenetravano, e creature dell’uno o dell’altro mondo potevano sconfinare…. Da qui l’usanza, poi degenerata in superstizione, di offrire dolci agli spiriti disincarnati, che venivano sulla terra, per tenerli buoni.Che dire di questa visione del mondo? Era forse simbolica della fragile barriera che vi è fra la vita e la morte o vi era qualcosa di più?

A me sembra che essa, oltre i suoi significati puramente simbolici, ci parli di un tempo in cui la percezione umana rispondeva a parametri ben diversi da quelli che raggiunge oggi; un tempo in cui la dimensione della coscienza era talmente ampia da poter dialogare a tu per tu con un mondo parallelo. E se molti atti, molte festività, finirono per ripetersi solo per tradizione, era pur vero che esse forzatamente scaturivano da esperienze vissute, altrimenti non ci sarebbe stato senso a perpetuarle: insomma, qualcuno, in tempi così lontani da non poter forse essere nemmeno ricordati, aveva toccato il limite tra un mondo e l’altro, e aveva compreso che , nel ripetersi ciclico di tutte le cose, vi è – o vi era – anche un tempo specifico per l’avvicinarsi e l’incontrarsi di mondi che sono situati su di una frequenza vibratoria così diversa, così lontana. Ma, per qualche motivo – ovviamente a noi ignoto – si producevano (o si producono) in certi periodi particolari (o forse mediante modalità particolari) aperture dimensionali fra mondo spirituale e mondo materiale.

1947-52: la CIA indagava sugli aerei interplanetari, ufo

La CIA ha diretto attivamente lo sforzo dell'Air Force, informandosi dell'evoluzione di numerose osservazioni e essendo sempre più inquietata dall'idea che gli OVNI potessero rappresentare una minaccia potenziale per la sicurezza.
Data la distribuzione di osservazioni, gli ufficiali della CIA nel 1952 si chiesero se potessero riflettere la "follia del solstizio d'estate".Gli ufficiali dell'Agenzia hanno accettato le conclusioni dell'Air Force sui rapporti di OVNI, benché avessero concluso "che c'era una piccola possibilità che potessero essere degli aerei interplanetari, è necessario fare inchieste su ogni osservazione."

1952: UFO su Washington?

Una apparizione massiccia di osservazioni sugli USA nel 1952, soprattutto a luglio, ha allarmato l'amministrazione Truman. Il 19 e 20 luglio, gli schermi radar dell'Aeroporto Nazionale di Washington e l'Andrews Air Force Base hanno seguito dei misteriosi echi. Il 27 luglio gli echi riapparvero. L'Air Force fece decollare immediatamente i suoi aerei da intercettazione per indagare, ma non trovarono nulla. Gli incidenti, tuttavia, si diffusero in tutta la nazione.
La Casa Bianca volle sapere ciò che accadeva, e l'Air Force ha offerto rapidamente la spiegazione che gli echi radar potevano essere il risultato "d'inversioni termiche." Più tardi, una indagine dell'Amministrazione Aeronautica Civile ha confermato che tali echi radar erano comune e avevano per cause le inversioni termiche.
Benché avesse diretto i Rapporti OVNI per almeno tre anni, la CIA reagì alla nuova ondata di osservazioni con la formazione di un gruppo di studi speciale presso l'Ufficio di Intelligence Scientifico (OSI) e dell'Ufficio dell'Intelligence Corrente (OCI) per esaminare la situazione. 

domenica 27 ottobre 2013

A proposito di David Wilcock


Benvenuti a Divine Cosmos, la sede ufficiale Internet per il lavoro di David Wilcock.All'interno di questo sito sono migliaia di pagine gratuite di informazione scientifica e spirituale di crescita dell'anima, Ascensione e l'evoluzione della coscienza.

David Wilcock è un docente professionista, regista e ricercatore di antiche civiltà, la scienza, coscienza e nuovi paradigmi della materia e dell'energia. Il suo prossimo film di Hollywood CONVERGENZA svela la prova che la vita sulla Terra è unita in un campo di coscienza, che colpisce la nostra mente in modi affascinanti.

David è anche il soggetto e co-autore del bestseller internazionale, La reincarnazione di Edgar Cayce?, Che esplora le notevoli somiglianze tra David ed Edgar, presenta molte delle letture psichiche più stimolante di David, e rivela documentate NASA prova scientifica di interplanetaria cambiamento climatico ... e come incide direttamente il nostro DNA.

Breve storia di esperienze di David:

[Aggiornamento 12 Agosto 2006]

Sin da 2 anni, David ricorda di aver avuto sogni di massicci, cilindri metallici che galleggiano nel cielo, insieme a bizzarre sincronicità psichiche durante il giorno.

All'età di 5 anni, David ha avuto una spontanea esperienza fuori dal corpo che molto cristallizzato la sua ricerca della verità di ESP, la metafisica e la coscienza.

Durante il sonno il cervello espelle le tossine

27 ott 2013 - Uno studio finanziato dal National Institute of Neurological Disorder and Stroke (NINDS), parte del NIH (National Institut of Health), ha scoperto che durante il sonno il cervello è in grado di liberarsi delle tossine. La cosa accade perché lo spazio fra le cellule cerebrali, mentre dormiamo, aumenta, permettendo l’eliminazione di sostanze dannose.
Sembrerebbe un aspetto da non sottovalutare nella cura e nella prevenzione delle malattie: il sonno avrebbe un ruolo molto importante se lo studio in questione, condotto su modelli murini, trovasse ulteriori conferme.
“Il sonno cambia la struttura cellulare del cervello. Sembra essere uno stato completamente diverso”, ha detto Maiken Nedergaard, dell’Università di Rochester di New York, e primo autore dello studio.

Per secoli, gli scienziati e filosofi si sono chiesti perché le persone dormono e come questo influenzi il cervello. Solo di recente gli scienziati hanno dimostrato che il sonno è importante per la memorizzazione dei ricordi. In questo studio, il dottor Nedergaard e i suoi colleghi inaspettatamente hanno scoperto che il sonno può essere anche il periodo in cui il cervello si purifica dalle molecole tossiche.

LA TV: IL PERSUASORE OCCULTO - di Terence Mckenna

Ciò che turba più di tutto è il fatto che il contenuto della televisione non è una visione bensì un flusso di dati prodotti industrialmente che possono essere sottoposti a "igienizzazione" per "proteggere" o per imporre determinati valori culturali. Così ci troviamo di fronte ad una droga persuasiva ed assuefacente che presenta un'esperienza il cui messaggio consiste in qualunque cosa i trafficanti di questa droga desiderano. E' concepibile un terreno più fertile di questo per favorire la crescita di razzismo e totalitarismo? Negli Stati Uniti esistono più televisori che famiglie; il televisore medio resta acceso sei ore al giorno e la persona media lo guarda per oltre cinque ore, quasi un terzo del tempo trascorso in stato di veglia. Per quanto siamo tutti consapevoli di questi semplici fatti, sembriamo incapaci di trarre debite conclusioni e reagire alle loro implicazioni. E' soltanto in tempi molto recenti che si sono avviati seri studi degli effetti della televisione su salute e cultura. Eppure nessuna droga in tutta la storia è mai riuscita ad isolare così rapidamente e così completamente l'intera cultura dei propri utilizzatori dal contatto con la realtà. Ed in tutta la storia nessuna droga è riuscita così completamente a rimodellare a propria immagine e somiglianza i valori della cultura che ha infettato. 
La televisione è, di sua stessa natura, la droga per eccellenza della società del dominio. Il controllo del contenuto, l'uniformità del contenuto, la ripetibilità del contenuto, ne fanno inevitabilmente uno strumento di coercizione, di lavaggio del cervello e di manipolazione. Induce nel telespettatore uno stato di trance che è il punto di partenza necessario per il lavaggio del cervello. Come con tutte le altre droghe e con tutte le altre tecnologie, la caratteristica fondamentale della televisione non è suscettibile di riforma, non più di quanto lo sia la tecnologia che produce i fucili automatici di assalto. La televisione è arrivata precisamente nel momento giusto, dal punto di vista dell'élite della società del dominio. I quasi centocinquant'anni di epidemie di droghe sintetiche, a partire dal 1806, avevano condotto a sentimenti di disgusto nei confronti dello spettacolo della degradazione umana e del cannibalismo spirituale creati dalla vendita istituzionale della droga. Allo stesso modo in cui la schiavitù infine, quando non conveniva più, divenne odiosa agli occhi di quelle stesse istituzioni che l'avevano creata, così anche l'abuso delle droghe ha scatenato una reazione contro questa particolare forma di capitalismo pirata. Le droghe pesanti vennero messe al bando, ma naturalmente a questo punto prosperarono i mercati neri. Poco importa: le droghe come strumenti palesi di politica nazionale erano stati in questo modo rinnegati. Le guerre dell'oppio sarebbero naturalmente continuate, ci sarebbero stati casi di governi e di popoli costretti da altri governi e da altri popoli a produrre o ad acquistare droghe, ma in futuro queste guerre sarebbero state sporche e segrete: "sotto coperta". A mano a mano che le agenzie di intelligence nate nella scia della II Guerra Mondiale si mossero per prendere le loro posizioni di "copertura profonda" come cervelli dei cartelli internazionali della droga, la mente del popolo si andava sintonizzando sulla TV. Appiattendo, modificando e semplificando, la televisione fece bene il proprio lavoro e creò una cultura post-bellica americana del genere Ken e Barbie. I figli di Ken e di Barbie emersero brevemente dall'intossicazione televisiva verso la metà degli anni Sessanta, grazie all'utilizzo di allucinogeni. "Ahia!" esclamarono i dominatori che in quattr'e quattr'otto resero illegali gli psichedelici e misero fine ad ogni ricerca sul campo. Per gli hippy andati fuori strada venne prescritta una doppia dose di videoterapia e cocaina, e rapidamente guariti essi si trasformarono in yuppie orientati al consumo; soltanto pochi renitenti sfuggirono a questo livellamento dei valori. Quasi tutti impararono ad amare il Grande Fratello, e quei pochi che non lo amano ancora destano perplessità nel gallo dominatore mentre razzola il terreno del pollaio nella sua perplessità: "ma che cosa è successo negli anni Sessanta?".
ED ADESSO ? ADESSO è IL TURNO DI INTERNET E TRASFORMARLO IN UN ENORME STRUMENTO DI MARKETING VIRALE DOVE LO SCOPO NON è SOLO PIù IL CONSUMISMO..(ndr)http://lagrandeopera.blogspot.it

DAVID ICKE: OBAMACARE E IL PIANO DI POVERTA' PER LA CLASSE MEDIA


Per la stragrande maggioranza non esente dalla Obamacare, quel che sta accadendo è un altro colpo catastrofico alla sicurezza delle sue finanze personali: tutti sono obbligati per legge ad acquistare l’assicurazione sulla salute, anche se al momento sono in grandi difficoltà per pagare dei propri costi, sempre piu’ in aumento.

Le imprese – ovviamente non le mega multinazionali – vengono minacciate con potenziale multe fatali se non provvedono a fornirsi di cio’ che i burocrati del governo ritengono essere una adeguata assicurazione sulla salute (a dei costi disastrosi)

Tutto questo si incastra con cio’ che da tempo rendo noto, ovvero il piano per distruggere tutta l’attività imprenditoriale che non sia collegata alle mega multinazionali, condannare tutti coloro che non sono parte del meno dell’1% (ovvero la cabala delle discendenze consanguinee) alla povertà e alla servitù-attraverso la povertà. Inoltre imporre la volontà del governo (sempre la cabala delle discendenze consanguinee) sul piccolo dettaglio delle vite della gente, ad eccezione dell’’1% di cui sopra.

E l’ Obamacare s’incastra perfettamente con tutto quanto sopra.

Desidero vedere una assistenza sanitaria gratuita e per tutti, dove tutti abbiano lo stesso tipo di trattamento indipendentemente dal loro reddito o status sociale, ma questo NON potrà mai accadere mentre Big Pharma controlla il sistema, perché questa ha solo un obbiettivo: il profitto ed un unico modo per raggiungerlo: mantenere le persone in vari stadi di malattia.

Quando cio’ che stimola un sistema sanitario è “massimo profitto attraverso massima malattia”, qualsiasi assistenza salutistica gratuita è condannata alla bancarotta, causa la costante escalation di malattie e quindi di costi.

Da dove viene l'Intelligenza Universale?

Tutto è collegato a questa Intelligenza Universale che neutralizza qualsiasi distinzione fra bene e male, così come è sentita dalla Coscienza che unisce il Tutto.

Questa energia di "Intelligenza Universale", è un movimento di accettazione di tutto ciò che è e di tutto quello che gli ruota attorno.


L'"Intelligenza Universale" si può paragonare anche ad un movimento creativo e, in quanto tale, muove tutto ciò che è, senza alcuna differenziazione ed è aperta a tutti allo stesso modo, anche nei confronti di coloro i quali vogliono escludere o eliminare ciò che non riconoscono... .

Come potrebbe il Tutto essere in armonia con questi Movimenti Intelligenti dell'Universo se non fosse (come in realtà è...) unito con l'energia di Amore di cui è composto?

Origine del pensiero

« Vi parleremo di qualcosa che abbiamo molto a cuore, la potenza del vostro pensiero, la potenza della vostra mente.

Da dove viene questa potenza ? Vi siete mai chiesti da dove viene il pensiero, chi crea il pensiero, perché certi pensieri sono meravigliosi e perché, come dite voi sulla Terra, i vostri pensieri sono “contorti” o involutivi?

L'energia del pensiero creatore deriva dalla coscienza divina. Essa si fa strada verso la coscienza spirituale o l'anima. In funzione dell'evoluzione dell'anima essa assume una forza di creazione oppure si trasforma, cioè invece di arrivare fino alla coscienza umana conservando la nozione di pensiero creatore, si indebolisce perché inquinata dalle paure, dai dubbi e dalle inquietudini.

Un pensiero puro, potente, luminoso che emana dalla coscienza divina può essere terribilmente indebolito e deteriorato quando giunge fino alla coscienza umana.

Come salvaguardare il pensiero potente e puro che emana dalla coscienza divina?

Visualizzate lo sviluppo del pensiero. Immaginate o visualizzate questo pensiero come un raggio di luce di una potenza straordinaria che emana dalla vostra divinità. Cercate di seguire questo raggio che penetra nell'altra parte di voi stessi che è la vostra anima. Che cosa troverà nella vostra anima? Troverà tutto un vissuto, che é il vostro vissuto attuale nella terza dimensione o mille e un vissuto di altre esistenze. Troverà anche delle sofferenze non evacuate.

Questo raggio, di una meravigliosa purezza, comincerà ad essere contaminato da tutto ciò che é contenuto nell'anima e che non é stato ripulito. Questo raggio di energia è alimentato in permanenza dalla vostra propria Sorgente, e se la vostra anima é forte potrà evacuare con grande facilità tutto ciò che può essere pensieri di limitazione, pensieri di paura e raggiungere poi la coscienza umana.

Lettera ai padroni del Mondo.


Di Gualtiero Mite Guerriero.

Miei poveri e disperati amici,
io non so né chi siete né dove abitate. Sono però certo che ognuno di voi, attuali padroni del mondo, sia all’avanguardia nella scala spettrale dell’infelicità e del vuoto interiore che, per vostra precisa responsabilità, invade attualmente il nostro meraviglioso pianeta.
Chi decide in modo permanente i destini del mondo intero sono, si dice, poche centinaia di individui. Addirittura qualcuno sostiene che coloro che veramente hanno il massimo potere decisionale sull’intera umanità non superino le trenta persone.
Non è certo da voi, quindi, che riusciremo ad avere informazioni per sapere chi siete e come siete, voi che lasciate tracce ovunque, e siete al tempo stesso impossibili da identificare. La miserabile concezione dell’esistenza che vi caratterizza tuttavia si evince osservando lo stuolo dei vostri servi, quelli che fanno parte dei Governi, che gestiscono gli Stati con un sistema politico incapace di tener conto e di capire l’immenso valore di ogni essere umano.
Per voi è vostro diritto inalienabile l’esercizio del potere di vita e di morte su alcuni miliardi di abitanti, asserviti a ritmi di lavoro laceranti o all’incertezza di un futuro nebuloso che tatticamente rendete sempre più oscuro. L’atto d’amore, il solo atto d’amore che mi è consentito nei vostri confronti è maledirvi, per i milioni di esseri umani che avete fatto morire nelle guerre, per i miliardi di esseri umani cui avete negato la possibilità di vivere, offrendo miserabili, faticose e contorte esistenze, invece di poter godere serenamente della gioia immensa e semplice della vita.

Io vi maledico con tutto l’amore di cui la mia vita mi ha reso capace ...

DAVID ICKE: QUEL SEGRETO INQUIETANTE DIETRO IL POTERE...


Negli ultimi decenni, “controverso” è stato il termine piu’ ricorrente nei confronti di David Icke e della sua vita. E’ dai primi anni 90 che mette in discussione i parametri della realtà correnti e comuni, lasciando intendere che tutto… non è come sembra, per cio’ che riguarda il modo in cui è governato il nostro mondo.

Il suo verdetto è chiaro: i mentitori ai vertici delle nostre strutture di potere, nascondono un segreto sinistro, che se verbalizzato farebbe passare per pazzo chiunque lo pronunciasse.

Sin dall’alba della civiltà umana, le classi al potere sono state controllate da esseri extra-terrestri-dimensionali, il cui programma prevede che la razza umana sia fatta di schiavi robotici e stupidi, al servizio di un sistema basato su paura e controllo.

Non è difficile capire perchè la sua teoria ha attratto facilmente tante reazioni negative…

Icke è cresciuto a Leicester, in Inghilterra, dove ha passato la sua infanzia giocando a calcio, facendolo diventare addirittura una sua professione, nei primi anni da adulto.

Quando poi gli venne l’artrite reumatoide alle ginocchia, che poi si diffuse per tutto il corpo, Icke si occupo’ di giornalismo sportivo, facendosi strada in BBC (radio e tv).

Alla fine degli anno 80, Icke inizio’ a sondare la medicina alternativa per trattare la sua artrite ed è durante quel periodo che sviluppò il suo interesse per il Green Party (Il Partito dei Verdi)

A detta di Icke, quello fu un tempo difficile nella sua vita, in cui gli accadde di sentire intorno a sè una presenza, che comincio’ poi a comunicargli dei messaggi. Questo lo porto’ su un sentiero spirituale in cui incontro’ una certa curiosità per teorie della “cospirazione”

Nessuno ha trovato tracce dell'impatto

FONTE
Una grande palla di fuoco è stata avvistata nei cieli d’Islanda, più precisamente ad Akureyri e ripresa in un videoclip di alcuni secondi.
La massa incandescente e luminosa si dirige verso il basso per poi scomparire velocemente dietro alcune case.
Potrebbe essere la prova della presenza di forme di vita intelligenti nello spazio, il passaggio di un asteroide o un dirigibile.

sabato 26 ottobre 2013

UN PICCOLO PASSO AVANTI

Incontri sereni sono quelli che cerchiamo di far arrivare a voi.

Come diceva San Francesco e valido in ogni epoca “lasciare tutto per Cristo” è l'esempio che dovremo osservare, non solo gli uomini ma anche chi opera per la Chiesa..

Dovrebbe questo far riflettere e sostanzialmente sia riflesso nell'umanità come un soffio possente che arrivi allo spirito ed apra, non dico la coscienza poiché la vedo in questo momento distante, però non irraggiungibile.

I nostri incontri passati hanno mosso molti argomenti, individuali, filosofici, galattici, ma miei cari, mi soffermo e cerco di vestirmi di materia per cercare di immergermi ancora di più nelle vostre vesti e nei meandri delle vostre menti. E dico Chissà se le mie parole penetrano, e vorrei che queste non si interrompessero per poter così arrivare a voi ancora oggi più di ieri.

La vostra vita cerca di spaziare per trovare, cercate di fermare i tempi.

Provate a scegliere compiti ed obiettivi che vadano un po' oltre le vostre attuali capacità, oltre quel muro che non dà visibilità, ed intraprendere quel cercare anche se esso possa sembrare potenzialmente piccolo.

Potreste averlo già fatto un passo avanti, liberi da paure , da quello che la vita vi costringe ad essere legati a schemi, a sistemi non permettendo di dare la possibilità di spaziare ed avere una concentrazione sul proprio essere e del proprio karma..

David Wilcock - La Chiave della Sincronicità - Pt 1 - subITA

GLI STARGATE? LI CREANO GLI EXTRATERRESTRI, SOSTIENE IL FISICO AMERICANO KIP THORNE


Viaggiare nell’universo? Possibile in via teorica e grazie ai wormholes, i cunicoli spaziotemporali tanto cari alla fantascienza.

Ma per crearli, in assenza degli Stargate immaginati dall’omonima serie fantascientifica o delle “singolarità” alla Star Trek, è necessaria l’esistenza di una tecnologia aliena. A sostenerlo è Kip Thorne, scienziato americano, professore di fisica teorica al California Institute of Technology nonché consulente dei film di Steven Spielberg e di Robert Zemeckis. Sui celebri cunicoli che collegherebbero punti distanti dell’universo, dice: “Quasi certamente non esistono in natura, ma potrebbero essere creati da civiltà estremamente avanzate e spero che ci riescano. Oggi, però, sono fuori dalla nostra portata. Per costruirli avremmo bisogno di una comprensione molto più profonda delle leggi fisiche”. Sui tunnel spaziotemporali Thorne aggiunge: “Ammesso che il varco sia abbastanza grande, un’astronave potrebbe percorrerlo, entrando in un punto dell’universo e uscendo dall’altra parte.

LIBRE....idee Brain Project: presto avranno anche il nostro cervello

Molto presto, il nostro cervello non avrà più segreti: non tanto per noi, quanto per i nostri futuri controllori. Benvenuti in Matrix, grazie al “Progetto Brain” annunciato da Obama e minimizzato dai media: sarà qualcosa di analogo al “Progetto Genoma”, spiega Giulietto Chiesa, e produrrà frutti altrettanto copiosi di quelli che inondarono la genetica e le Borse dell’Occidente. In un campo, tuttavia, del tutto diverso: “Brain Research Through Advancing Innovative Neurotechnologies” dovrà produrre un gigantesco balzo in avanti della conoscenza del funzionamento del cervello umano. «Il “Brain” si propone di sapere da dove nascono – e come – pensieri, sensazioni, sentimenti, ricordi. Fin dove si spinge la coscienza, dove sconfina nell’inconscio. Anzi, di più: cos’è la coscienza. E dove si trova». E attenzione: non stiamo parlando di un futuro remoto. «Il “Brain” ci dice che, tra dieci anni, più o meno, questo futuro sarà presente». Il cyber-androide “Frankenstein” sarà tra noi? Nel caso, «non sarà nostro amico».
«Tutto questo – scrive Chiesa sul Fatto Quotidiano – è in via di realizzazione in un contesto “disturbante”», proprio perché «non esiste nessuna certezza riguardo chi utilizzerà questi strumenti». Inoltre, «nessuno può prevedere gli effetti di medio e lungo periodo», dal momento che «tutto si realizza in condizioni di laceranti squilibri di ricchezza, di reddito, di forza e di potere tra aree del mondo, tra Stati, popoli, civiltà e culture». E quindi «saranno i più ricchi, e i meglio armati, ad avere nelle mani strumenti che verranno usati per accrescere il loro dominio sugli altri». Il tutto, «in condizioni di impressionanti sperequazioni sociali e di penuria assoluta di beni». E non dimentichiamo che «gli apprendisti stregoni sono i “Masters of the Universe”, cioè “la scimmia al comando”». Dunque: «Prepariamoci all’atterraggio», perché la notizia ha carattere addirittura epocale: per la prima volta nella storia, grazie atecnologie che solo ieri avrebbero reso impensabile l’impresa, sarà possibile esplorare «il luogo dove confluiscono i miliardi e miliardi di informazioni che vengono dai miliardi e miliardi di cellule del corpo umano. Che è – quest’ultima parte – all’incirca il 98% di tutta l’attività cerebrale».

Il Grande Sacrificio

‘IL MIGLIORE SCHIAVO E' QUELLO CHE SI CREDE LIBERO’

Da: helpfreetheearth
, del 25 Ottobre 2013:

Sopravvivere al Grande Sacrificio

Segretamente, insidiosamente, senza pietà e pian piano, un'agenda per la depopolazione e per abbassare il livello della salute umana è in atto al fine di ridurre la popolazione mondiale. (…) Dove sono le prove che ciò stia accadendo? Osserva la lista delle sostanze chimiche aggiunte a ciò che mangi. Il tuo cibo geneticamente modificato sta modificando te! Le sostanze chimiche che la corporocrazia aggiunge al tuo cibo, ai vaccini, all’aria che respiri, ai medicinali, all’acqua potabile, sono note per ridurre la fertilità e per abbassare il tuo livello di vita. Questo è un fatto.
Il fluoro ad esempio dovrebbe migliorare la salute dentale. In realtà quella della salute è una copertura per diffondere una sostanza insalubre. La maggioranza della popolazione umana e della fauna selvatica verrà spazzata via e geneticamente annichilita. Tutto ciò sta accadendo mentre la popolazione è occupata a memorizzare statistiche sportive, guardando siti porno, ubriacandosi …
I registi Paul Wittenberger (quello di ‘What in the World are they Spraying?’) e Chris Maple, espongono le minacce alla tua vita ed alla tua integrità genetica nel loro nuovo documentario dal titolo: ‘Il Grande Sacrificio, la nostra aria, la nostra acqua ed il nostro cibo’.

Guarda il trailer su Youtube, QUI.
link

Il MUOS di Niscemi strumento di guerra del XXI secolo


Di Antonio Mazzeo. Fonte: antoniomazzeoblog.blogspot.it

Il MUOS (Mobile User Objective System) è il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari che permetterà il collegamento della rete militare USA (centri di comando, controllo e logistici e gli oltre 18.000 terminali militari radio esistenti, tutti gliutenti mobili come droni, cacciabombardieri, unità navali, sommergibili, reparti operativi, missili Cruise, ecc.), accrescendo esponenzialmente la velocità e il numero delle informazioni e dei dati trasmessi nell’unità di tempo e rendendo sempre più automatizzati e disumanizzati i conflitti del XXI secolo. Consentirà inoltre di propagare universalmente gli ordini di guerra convenzionale e/o chimica, batteriologica e nucleare e finanche quelli per manipolare il clima e l’ambiente.

«La nuova costellazione satellitare assicurerà sino al 2030 le comunicazioni in tempo reale audio, video e dati in ultra alta frequenza (Ultra High Frequency -UHF) a tutti i sistemi di guerra mobili USA ovunque essi si trovino e sarà pienamente interoperativo con il Joint Tactical Radio System (JTRS), i cui terminali sono in via di sviluppo, e con i sistemi radio odierni», spiega il Comando centrale della marina militare degli Stati Uniti d’America. Il MUOS consentirà inoltre l’accesso ai servizi del Defense Information System Network, condizione che non era possibile con i vecchi apparati di telecomunicazione militare ad altissima frequenza. «Sino ad oggi, con i sistemi satellitari tradizionali, due utenti che vogliono comunicare tra loro devono trovarsi sotto un satellite; con il MUOS cambia tutto», aggiunge il capitano Paul Ghyzel, responsabile del programma di US Navy. «Il Mobile User Objective System consentirà ad ogni singolo utente di rapportarsi con tutti gli altri all’interno dell’area di copertura della costellazione che è globale».

Il Buio

Di liù

Non prendetevela male se alcune persone vi cercano solo quando hanno bisogno di voi.
Dovreste sentirvi privilegiati di essere come una candela quando nella loro vita c’è solo il buio.  link

IL MONDO IN MANO ALLA 'SCONOSCIUTA'CASTA DEI GESUITI

Editoriale a cura di Alessandro Raffa – per signoraggio.it

Chi sono, i Gesuiti?

La maggioranza dei cittadini non saprebbe rispondere.

Fior di laureati, persone di elevato grado culturale, alla domanda “chi sono i Gesuiti” non saprebbero rispondere, oppure lo farebbero in modo molto vago. Del resto, di loro i mass media non parlano mai: e persino i “blog liberi” di contro-informazione ne parlano pochissimo, con il ”contagocce”, in quanto i Gesuiti mantengono un bassissimo profilo, operano “sotto il radar”, non danno occasione di parlare di loro.

L’Ordine dei Gesuiti – o “Compagnia di Gesù” - secondo Wikipedia è “un istituto religioso maschile di diritto pontificio“.

Ma non sono un istituto qualsiasi; infatti i loro uomini sono alla guida alla guida delle più importanti NAZIONI del mondo. Controllano i governi, ma anche le ISTITUZIONI FINANZIARIE, e da quando Jorge Mario Bergoglio è diventato Papa, persino il Vaticano! In parole povere, controllano TUTTO.

Noi liberi blogger evidenziamo spesso le ”connessioni” tra i governi ed il gruppo Bilderberg, la Commissione Trilaterale, l’Aspen Institute, il “Club di Roma” e altre organizzazioni paramassoniche sovranazionali, a cui appartengono tutti i politici più influenti, i capi delle multinazionali più potenti, i giornalisti dei principali organi di informazione.

Ma il vero “filo conduttore” che lega i potenti tra loro sono i Gesuiti. I cui uomini fanno parte anche, ovviamente, dei gruppi sopracitati: che sono una sorta di “gruppi di coordinamento” dove i potenti stabiliscono le strategie per conseguire interessi e obiettivi comuni. I Gesuiti sono senza dubbio al di sopra di Bilderberg & co. e anzi, probabilmente i gruppi in questione eseguono le direttive dei Gesuiti stessi, quantomeno anche dei Gesuiti, che controllano direttamente i posti di comando più importanti.

E l'uomo creò Dio


FONTE
Qualsiasi manuale di storia della filosofia comincia riconoscendo che circa 2600 anni fa in Grecia a partire da Talete accadde un fatto straordinario per la cultura occidentale: l'uomo cominciò a guardare il mondo con occhi diversi. Nacque la filosofia: il mitos fece posto al logos. Da quel momento, e per circa nove secoli, il pensiero filosofico poté liberamente tentare l'interpretazione del mondo e fu così che nacque l'episteme. L'avvento del cristianesimo (attraverso la verità rivelata) significò tout court il ritorno al mito. La fede veniva sostituita al logos che diventava inutile poiché la verità non andava più ricercata: essendo stata rivelata era sufficiente avere fede nella rivelazione. Successivamente, con Costantino che vide nel cristianesimo l'ideale Instrumentum regni e con Teodosio il quale promulgando nel 380 l'editto di Tessalonica, rese il credo niceno religione unica e obbligatoria dello stato, iniziò un lungo periodo che durò fino al Rinascimento, e oltre, in cui la verità asserita dal cristianesimo si impose come verità unica attraverso la persecuzione dapprima dei pagani, fino agli inizi del VI secolo, e poi con cinquecento anni di inquisizione, a partire dal XIII secolo, in cui tutte le eresie vennero estirpate. Bisogna attendere Spinoza e il suo Trattato Teologico Politico per trovare un significativo tentativo di demitizzare le sacre scritture e quindi le verità rivelate riconducendole alla sua genesi "mitica". http://freeanimals-freeanimals.blogspot.it

venerdì 25 ottobre 2013

Cobra: Attivazione del portale AION


E’ il momento di entrare di nuovo in azione ! E’ il momento di prendere il destino del nostro mondo nelle nostre mani ! Pertanto ci incontreremo in gruppi grandi e piccoli, come individui e coppie, al momento della quadratura eliocentrica Urano Plutone il 23 novembre. Molti di noi si riuniranno per visualizzare il realizzarsi dell’Evento nel momento di ADESSO e creeranno così un canale chiaro e armonioso della manifestazione per la liberazione finale del pianeta.

L’Etere

Sin dall’antichità in molti hanno creduto nell’esistenza di una quintessenza che permea tutto l’universo a cui spesso è stato dato il nome di Etere. Il concetto di Etere e la sua stessa esistenza sono molto controversi tanto che nel secolo scorso la scienza ufficiale in uno storico esperimento, non avendo potuto rilevarlo, sancì la sua inesistenza. Molto spesso l’Etere viene assimilato, nella tradizione esoterica orientale e occidentale ai concetti di Prana, Kundalini, Ki, Energia Vitale, Orgone, Forza Odica, Magnetismo Animale, Mana, ecc.. Visto la moltitudine di significati ad esso attribuiti, non sempre coerenti tra loro, cercherò in questo capitolo di riportare sinteticamente le scoperte degli autori più significativi e di trarne alla fine le dovute conclusioni.
                                                 
6          6
Franz Anton Mesmer (1734 – 1815)


Mesmer, medico e filosofo, credeva fermamente nell’astrologia. Studiò le interazioni dei corpi celesti sul corpo umano e a tal proposito scrisse:

“E’ ovvio che non avviene praticamente alcun cambiamento nei corpi celesti che non influenzi le consistenze fluide e solide della nostra terra. Può quindi qualcuno negare che anche gli organismi animali siano sottoposti alle stesse influenze? Una creatura vivente è anch’essa parte della Terra e tale creatura consiste di componenti liquide e solide, le cui proporzioni ed equilibrio sono sottilmente alterati, in tal modo producendo degli effetti acutamente sentiti dalla creatura stessa.”

ARCHEOLOGIA PROIBITA

GRATTA & PERDI – ECCO A VOI LA GRANDE ILLUSIONE

POSSIBILITA’ DI METTERE A SEGNO IL COLPO GROSSO PRATICAMENTE PARI A ZERO. Possibilità di ripagarsi almeno il costo della giocata che si collocano tra il 18 e il 35%. Chissà se l’universo delle lotterie istantanee, i cosiddetti “Gratta e Vinci”, continuerebbe a proliferare senza sosta se gli italiani mettessero a fuoco queste percentuali certo non incoraggianti. Del resto la pressante pubblicità dei concessionari, la sete continua di incassi da parte dello Stato e la voglia di cercare fortuna “spingono” da tempo un settore in cui, però, le prospettive di vittoria sono a dir poco risicate. Gli esempi si sprecano. Basti dire che attualmente in Italia esistono ben 46 tipologie diverse di “Gratta e Vinci”. Segno inconfutabile di come questo tipo di gioco “tiri”. Ma quante chance si hanno di vincere? E qui viene il bello, perché in media, secondo quanto è riportato sul sito dell’Aams (Monopoli di Stato), si tratta di una possibilità ogni 3,6 biglietti venduti. Rapporto vero, ma basato soprattutto sui premi delle dimensioni economiche più piccole, quelli che in pratica consentono giusto di ripagarsi il costo della giocata. I primi premi, invece, sono un’autentica chimera.

Come le rane… Se trent’anni fa ci avessero descritto il mondo in cui stiamo vivendo, avremmo risposto che non è possibile

di
Piero Cammerinesi
corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine e di Altrainformazione
Forse ciò che auspicano coloro che hanno a cuore la libertà del nostro mondo si sta manifestando.

Le rivelazioni di Edward Snowden stanno finalmente arrivando – in onde concentriche sempre più larghe – a lambire anche i vertici del potere, acquisendo quell’ampia diffusione mediatica che fa sperare che questa volta – con tutta la buona volontà – non riusciranno a negare, minimizzare, insabbiare il tutto.

Condividevo, in un mio precedente articolo su questo argomento, le preoccupazioni di Snowden che temeva che il suo sacrificio potesse essere vano.
Nella prima intervista a Greenwald egli, infatti, diceva: “La mia più grande paura a proposito delle conseguenze di tutto ciò, l’esito di queste rivelazioni per gli Stati Uniti è che nulla di tutto ciò cambi. La gente verrà a sapere di tutte queste rivelazioni dai media, saprà che il governo si appropria del potere ed è in grado di tenere sotto controllo la società americana e quella mondiale, ma non sarà disposta a correre il rischio necessario per alzarsi in piedi unita e combattere per cambiare le cose, per costringere i propri rappresentanti a prendere posizione a favore dei propri interessi, quelli della gente”[1].

Per far sì che ciò non avvenisse, era necessario che rivelazioni sempre più destabilizzanti fossero pubblicate, in un ampio progetto di risveglio della pubblica opinione tramite alcuni organi di stampa selezionati. Quello che sta accadendo.

Grecia: sequestro casa e stipendio per chi non paga le tasse italia la prossima?

In Italia si parla di Grecia in merito al ritrovamento della ‘bimba bionda con gli occhi azzurri’, mentre non un tratto di inchiostro viene consumato per scrivere della casa per bambini di Kalithea (ora privata di sussidi statali), dove centinaia di genitori lasciano i loro figli perché non hanno la possibilità di dargli da mangiare. Lo storico e scrittore Nikos Kleitsikas riporta la testimonianza di una bambina di 9 anni che scrive a sua mamma: “Vieni a prendermi. Se starò vicino a te, non ti chiederò mai più da mangiare”.



greek-economy

- See more at: http://www.altrainformazione.it/wp/2013/10/25/grecia-sequestro-casa-e-stipendio-per-chi-non-paga-le-tasse-litalia-la-prossima/#sthash.wtJlPd42.dpuf

Il pregiudizio


Massimo Agostini

“Noi non abbiamo altro punto di riferimento per la verità e la ragione che l’esempio e l’idea degli usi e opinioni del nostro paese. […]
Perciò gli altri diversi da noi sembrano selvaggi, allo stesso modo in cui chiamiamo selvatici i frutti che la natura ha prodotto nel suo naturale sviluppo”

Montaigne: (“Essais”, libro I, cap. XXXI).»


La riflessione su pregiudizi ed egoismi comuni potrebbe tranquillamente chiudersi con questa affermazione di Montaigne per lasciare ad ognuno, dotato di volontà, bellezza e sapienza, il compito di procedere con la propria intima riflessione. Ritengo infatti che ogni insegnamento dovrebbe limitarsi a fornire, agli altri, spunti di analisi, ovvero di autoanalisi.

Essendo naturale la tendenza di ogni gruppo sociale al pregiudizio e all’autoreferenzialità, appare logico il rischio che anche ogni associazione, per quanto elevata culturalmente, possa essere assoggettata allo stereotipo e quindi al preconcetto, soprattutto rispetto ad altre similari organizzazioni.
Sembrerebbe infatti scientificamente dimostrato la naturale tendenza dei gruppi: nazioni, stati, etnie o semplici gruppi sociali, allo stereotipo e al conseguente pregiudizio dovuto al tipo di informazioni in esso trasmesse e assimilate.
Ed è per questo che il nostro operare nella vita dovrebbe essere scevro da verità rivelate, presupposto di ogni possibile pregiudizio, ma bensì essere caratterizzato da percorsi, intimi, personali, esclusivi, di consapevolezza; una consapevolezza che non può essere frutto di insegnamenti più o meno dotti, trovando più sicuro alimento proprio in quell’intima esperienza di analisi e nel personale confronto con la propria e altrui essenza.

COLONNE DI LUCE e travi di fuoco


Di Dario Giacoletto
Fonte: presenze-aliene.blogspot.it

Immagine tratta dal libro Notabilia Temporum del 1465

In seguito all’articolo relativo all’avvistamento ufologico di Oropa, 
alcuni lettori mi hanno espresso il desiderio di avere maggiori informazioni relative a colonne di luce e travi di fuoco. Ecco quindi una raccolta di segnalazioni nel tempo pervenute dalle cronache storiche. Teniamo presente che le colonne di luce o, colonne di fuoco nell’antichità, sono un elemento presente nella casistica ufologica e nella miracolistica. Spesso in passato si utilizzava anche “trave di fuoco”; ma questo termine si associa meglio ad essere identificato con il termine moderno di “astronave a sigaro”. Questi eventi erano allora considerati “prodigi” o “segni divini” di Dio o degli dei. In alcuni casi le colonne di fuoco, poste sia orizzontalmente che verticalmente, potrebbero essere state la causa di visioni di croci in cielo. Altro elemento presente nella miracolistica. In altri casi, travi e colonne, erano interpretati come segni premonitori di disastri o di sventura.

La bibbia è il testo più famoso che parla di colonne di fuoco. In essa troviamo:

La giostra delle piccole anime: il manicomio infestato di Aguscello


Non si conoscono i veri motivi del decadimento dell’edificio ospitava il manicomio infantile di Aguscello (Ferrara), fatto sta che all’inizio degli anni 70, l’ospedale psichiatrico infantile di proprietà della Croce Rossa Italiana, fu abbandonato. Oltre ad essere stato, per diversi anni, sede di messe nere e riti occulti (le prove sono ancora presenti nelle stanze fatiscenti) è ritenuto infestato dagli spettri dei piccoli ospiti, secondo le leggende morti tragicamente.

Si narra che i piccoli ospiti dell’istituto morirono qualche anno prima della chiusura, ma la causa di questa morte prematura è ancora oggi un mistero. Alcuni raccontano di un incendio divampato dal locale caldaie (ciononostante dalle foto fatte dai molti Ghost Hunters accorsi sul posto non risultano segni di bruciature o strutture carbonizzate); altre versioni parlano di un’improvvisa misteriosa epidemia o addirittura di una strage compiuta da un pazzo assassino. Non mancano voci secondo cui i piccoli pazienti ricoverati nell'Ospedale, subivano terapie e trattamenti orribili da parte del personale medico. Esisterebbe persino una fossa comune al centro dell’edificio ove venivano fatti sparire i corpi dei giovani.

Durante la notte, fra le rovine dell’ospedale, si sentono ancora i pianti disperati dei bambini e all’ultimo piano, irraggiungibile in quanto la scala è crollata, vi sono le impronte delle manine stampate sui muri.

giovedì 24 ottobre 2013

Precetto cristiano vegetariano: “Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te….”

Da millenni noi esseri umani sfruttiamo sistematicamente gli animali, tormentandoli in ogni modo, coinvolgendoli in tutte le nostre losche situazioni belliche, uccidendoli nei mattatoi, nei boschi, nei mari, costringendoli a lavorare per noi come schiavi, e oggi sperimentando su di loro ogni tecnica chirurgica, ogni medicinale, ogni veleno, ogni cosmetico, ogni prodotto chimico, rubando loro non solo la libertà, il loro manto, il loro latte, le loro uova, il loro miele, ma anche il loro unico bene, la vita.
E se per ipotesi gli animali facessero a noi quello che noi facciamo a loro?
Se fin della nostra nascita gli animali avessero il potere di privare noi e i nostri bambini della libertà e della luce del sole e ci allevassero in gabbie e in capannoni lager per tutta la nostra vita per poi ucciderci nel modo più crudele sezionando ogni parte del nostro corpo e mangiassero i nostri arti, il nostro cuore, il nostro fegato, il nostro cervello, i nostri polmoni, i nostri intestini, la nostra lingua e scaricassero il nostro sangue nelle fogne come succede nei mattatoi?
Se le donne venissero ingravidate con mezzi rudimentali e meccanici, come succede per le mucche, per farle partorire continuamente e dopo il parto gli animali, ghiotti del latte delle nostre donne, sottraessero i bambini alle loro madri, li richiudessero in gabbie alimentandoli con pastoni innaturali e dopo pochi mesi li uccidessero per mangiare le loro tenere carni, e le donne disperate e rese folli dal dolore quando non più in grado di procreare e produrre latte venissero soppresse per diventare il loro pasto? E immaginiamo che tale specie sia talmente stupida e avida della nostra carne da trascurare gli effetti devastanti sulla loro salute?
E immaginiamo che gli animali usassero torturarci per mero divertimento; oppure che usassero sperimentare, su centinaia di milioni di esseri umani, ogni loro strumento, ogni loro veleno, ci aprissero il torace per studiare su di noi le loro malattie e prelevassero i nostri organi interni per trapiantarli nei loro corpi?
E immaginiamo ancora che il loro divertimento preferito fosse quello di entrare nel nostro ambiente, nelle nostre case, ad uccidere noi e i nostri piccoli, (come succede con la caccia); immaginiamo che usassero mettersi addosso la nostra pelle, ritenuta pregiata a seconda del colore bianca, nera, rossa, gialla, ci allevassero in condizioni disumane e ci spellassero spesso ancora vivi e lasciassero marcire i nostri corpi?
Immaginiamo pure che, come succede per la pesca, che gli animali avessero la possibilità di catturare un gran numero di umani e che li facessero morire spasimanti, agonizzanti senza aria o devastati dai loro artigli, come succede con la pesca e con gli arpioni?
E immaginiamo ancora che fossero gli animali ad aver reso questo pianeta invivibile, la causa della distruzione delle foreste, dell’inquinamento dell’aria, della terra, dei mari, dei fiumi, dei laghi e che avessero portato questo pianeta sull’orlo della catastrofe ecologica?
E immaginiamo che tale progenie usasse da sempre massacrare i suoi stessi simili in assurde battaglie fratricidi.
Ora, se esistesse una simile specie, capace di una così spietata freddezza, cieca e sorda al nostro dolore e alle nostre suppliche, non saremmo forse concordi nel ritenere questi animali dei mostri sanguinari, come la specie più perniciosa del pianeta? Non spereremmo forse che il cielo provvedesse a farla sparire per sempre dalla faccia della terra?

Franco Libero Manco
http://www.circolovegetarianocalcata.it

Riflessioni d'Ottobre

La cosiddetta ‘Storia’ dell’umanità è in realtà una trita cronistoria dell’imperitura esigenza di controllo. Guerre, governi, governanti, religioni, calendari, scansione del tempo, lavoro e schiavitù … sono tutte trovate ingegnose che hanno avuto e possiedono tutt’ora una sola finalità: il controllo puntuale ed esaustivo del genere umano.

Nella nostra era recente, la tecnologia ha fornito ai controllori dei mezzi potenti ed efficaci per esercitare tale attività al di là dei limiti dell’immaginabile. Non stupisce in quest’ottica il desiderio di imprimere in ogni essere umano il sigillo finale e conclusivo di cotanto lavoro: il famigerato microchip sottocutaneo, di cui sono già in commercio delle varianti molto potenti di ridottissime dimensioni. Questa eventualità, che ci sembrava fantascientifica solo pochi anni orsono, è una tragica realtà sulla quale cominciano i dibattiti in merito alla sicurezza, alla tutela della privacy (!), sui diritti civili, sulle frequenze da utilizzare … tutte logore coperture per lasciar filtrare il concetto che comunque il microchip si inserirà in ogni arto umano, spontaneamente o no che ciò avvenga.

Già i poveri animali domestici devono sopportare tale inutile umiliazione, in una lenta e diabolica ascesa verso un pianeta riformattato, cablato e reso docile strumento in mani immonde. Un pianeta riconfigurato nel quale l’elemento naturale sia solo un debole ricordo, in vista dell’obiettivo da raggiungere: il controllo totale sul reale, espugnato e vinto nella microsfera quanto nella macrosfera.

Quale sarà il ruolo degli esseri umani in questo contesto? Mi pare evidente che l’essere umano avrà due sole possibilità: lasciarsi cablare e quindi disumanizzarsi rinnegando se stesso, oppure opporsi cominciando a sostenere un conflitto multilivello in ambito noti ed in altri assai inconsueti, dove non è ancora detta però l’ultima parola.

Avvicinandosi la resa dei conti finale, siamo certi di non giocare troppo di fantasia immaginando un futuro prossimo nel quale ognuno di noi sarà chiamato a esprimere la propria opinione a favore o contro la sua resa nei confronti della potenza modificatrice in atto da decenni.

Le sue armi ricordiamolo sono le radiazioni, le sostanze biochimiche, le medicalizzazioni improprie, la propaganda palese e quella subliminale, le attività di governo oltre a chissà quali mezzi dei quali non ne abbiamo ancora realizzato l’esistenza.

Gran parte della nostra vita ha già abdicato, obtorto collo, a questi lontani voleri disumanizzanti. La scansione degli orari ne è un esempio, la scolarizzazione forzata ne è un altro, la necessità del salario un altro ancora assieme alla ‘zonizzazione’ urbanistica oppure alle legislazioni internazionali od alle mille seduzioni della macchina del basso piacere massificato a buon mercato: la televisione, internet, la stampa, lo sport.

Dovremmo allora forse chiederci quale sia il senso della nostra esistenza ma dovremmo farlo dopo aver conosciuto intimamente noi stessi ed i nostri simili. Non ho ancora capito quale sia l’oggetto finale del contendere, se sia il petrolio, l’oro, il pianeta oppure tutti noi; Il conflitto si eleva infatti in dimensioni difficili da comprendere.

Un aspetto però appare chiaro: la potenza modificatrice non è interessata alla nostra migliore storia non scritta ed ignora le corde profonde del nostro divenire. Il nostro passato, il valore della memoria e le arti sublimi non la toccano, procedendo come un gelido schiacciasassi sopra ciò che definiamo, forse un poco pomposamente, civiltà. Essa ignora di pari grado quell’insieme incredibile di interazioni sorprendenti che è la ‘Natura’ che immaginavamo ingenuamente la sola possibile.

Essi sono all’opera, al lavoro indecente, alle pratiche oscene in contesti disumanizzati. Logori robot senz’anima, senza senso, senza speranza ed eterodiretti, che possiedono solo un brutale, freddo ed insaziabile istinto aggressivo. E’ in ballo qualcosa che ci travalica, una linea di energia intensa e leggera che non possiamo abbandonare. Ci appartiene, appartiene a noi ed ai nostri illustri antenati sconosciuti ai tomi d’accademia ma ben presenti nelle pagine del gran libro della libertà e della meravigliosa umanità: tutto meno che da gettare od ignorare! Difendendo noi stessi difendiamo in realtà questi valori e la speranza di restare profondamente e fieramente umani.

Ricordo che il loro procedere elusivo (in realtà lo è sempre meno …) presuppone un timore di fondo, un pericolo. Forse abbiamo sottomano un’arma temibile che non desiderano che si comprenda. Questa potrebbe essere la ragione delle mille distrazioni che ci vengono propinate notte e giorno senza posa, oppure delle restrizioni indotte dalla loro ben orchestrata crisi finanziaria. Vale la pena di rifletterci sopra, comunque. link

L’oceano Pacifico è morto. Il resoconto di una traversata fa il giro del mondo


L’oceano Pacifico è morto, è svuotato di ogni vita. Ci sono solorifiuti e barche per la pesca industriale intente a saccheggiare accuratamente quel poco che è ancora rimasto.
Sta facendo il giro del mondo, sui media di lingua inglese, ilracconto struggente, tragico e a suo modo poetico di un marinaio,Ivan Macfadyen (foto), che ha ripetuto la traversata del Pacifico effettuata dieci anni fa. Allora fra l’Australia e il Giappone bastava buttare la lenza per procurare pranzo e cena succulenti. Stavolta in tutto due sole prede. Dal Giappone alla California, poi, l’oceano è diventato un deserto assoluto formato da acqua e rottami.
Nessun animale. Non un solo richiamo di uccelli marini. Solo il rumore del vento, delle onde e deigrossi detriti che sbattono contro la chiglia.
Il racconto di Ivan Macfadyen, vecchio marinaio col cuore spezzato dopo 28 giorni di desolata navigazione nel Pacifico, è stato raccolto dall’australiano The Newcastle Herald ed è stato variamente ripreso da decine e decine di testate, tutte in inglese.
Macfadyen ha navigato con il suo equipaggio a bordo del Funnel Web sulla rotta Melbourne -Osaka – San Francisco. Dice di aver percorso in lungo e in largo gli oceani per moltissimi anni, dice di aversempre visto uccelli marini che pescavano o che si posavano sulla nave per riposarsi e farsi trasportare. E poi delfini, squali, pesci, tartarughe… Stavolta nulla di tutto ciò: nulla di vivo per oltre 3.000 miglia nautiche.

Armi atomiche: ecco le banche che le finanziano

24 ott 2013 - Di Giorgio Beretta - Sono sempre loro: BNP Paribas e Deutsche Bank. Già ai vertici delle operazioni a sostegno dell'export militare italiano, figurano anche tra i gruppi bancari europei più attivi nel finanziare l'industria degli armamenti nucleari. Sono preceduti solo dalla britannica Royal Bank of Scotland nella lista delle banche europee "most heavily involved" (più pesantemente coinvolte) nel supporto ai produttori di armi nucleari.
Lo documenta il rapporto "Don't Bank on the bomb"(qui in .pdf) diffuso ieri a livello mondiale dalla campagna ICAN(International Campaign to Abolish Nuclear Weapons) di cui la Rete Disarmo è partner italiano.



Il quadro internazionale: primeggiano le banche Usa

La ricerca - che è stata sviluppata da IKV Pax Christi Olanda e la società di ricerche Profundo per la coalizione internazionale ICAN - fa seguito ad un'analoga ricerca pubblicata lo scorso anno: riporta le298 istituzioni finanziarie pubbliche e private (soprattutto banche, assicurazioni, fondi pensione ecc.) che nell'ultimo quadriennio hanno investito circa 314 miliardi di dollari a favore di 27 compagnie ed industrie internazionali coinvolte nella produzione, manutenzione e modernizzazione delle armi nucleari.
La componente più consistente è rappresentata dalle istituzioni finanziarie con sede negli Stati Uniti (ben 165 su 298) che sommate alle 9 del Canada hanno movimentato quasi 223 miliardi di dollari. 

Quelle basate in Europa sono 65 con finanziamenti complessivi per oltre 73 miliardi di dollari; 47 quelle in Asia e Oceania con movimentazioni di oltre 17 miliardi di dollari; le 10 con sede in Medio Oriente hanno operato per 958 milioni di dollari e una in Africa per circa 6,2 milione di dollari. "In altri paesi dotati di armi nucleari - come la Russia, la Cina, il Pakistan e la Corea del Nord - la modernizzazione delle forze nucleari è svolta principalmente o esclusivamente da agenzie governative" - avverte il rapporto (p. 29) e pertanto le istituzioni finanziarie di questi paesi non sono prese in considerazione.

1,1,2,3,5,8,13,21

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...